Ecommerce in continua crescita

Il trend positivo dell’eCommerce non conosce pause. Secondo le ultime previsioni, nel corso del 2020 a effettuare acquisti online saranno 2,5 miliardi di persone, con una crescita esponenziale di oltre il 250 per cento rispetto a quello che accadeva nel 2014. Merito della rivoluzione Internet esplosa in tutto il mondo e che ha raggiunto fasce di popolazione sempre più eterogenee, dai giovanissimi agli over 60.

Occorre però ricordare come, anno dopo anno, sia sempre più difficile riuscire a catturare l’attenzione degli utenti: social media, app di messaggistica istantanea, musica e serie TV sulle piattaforme in streaming, oltre ai video su YouTube contribuiscono in maniera determinante a una perenne distrazione del pubblico. Ecco alcuni consigli su come farsi notare dalle persone che navigano su Internet e convincerle ad acquistare i prodotti o servizi offerti.

Google Shopping

Una delle prime soluzioni da adottare per aumentare la visibilità e spingere le vendite del proprio eCommerce è l’integrazione con Google Shopping. Grazie all’utilizzo del servizio promosso dal colosso di Mountain View, i prodotti messi in vendita sull’eCommerce raggiungono le prime posizioni della Serp (Search engine results page) e di conseguenza godono di un esponenziale aumento di visibilità.

Inoltre, le schede di Google Shopping permettono ai proprietari dell’eCommerce di intercettare una determinata platea di utenti (pubblico target) grazie all’impiego dei PLA (acronimo per definire i Product Listing Ads). Il vantaggio consiste nel fatto che l’utente ha la possibilità di visualizzare i prodotti in vendita prima ancora di effettuare l’accesso all’eCommerce.

La rivoluzione di Realta Aumentata e Realtà Virtuale

Le nuove tecnologie stanno rivoluzionando le vendite online. Esistono centinaia di articoli (abbigliamento, make up, profumi, ecc.) che gli utenti vorrebbero poter provare prima di convincersi a completare l’acquisto. Se questo non rappresenta un problema nel mondo reale, le cose cambiano quando ci si interfaccia con un negozio online.

Per questo motivo, va sottolineata l’introduzione di Realtà Aumentata (AR) e Realtà Virtuale (VR) nell’esperienza dell’eCommerce, con pionieri portali internazionali quali Ikea e Amazon. Non solo, realtà come Sephora e Warby Parker hanno ideato delle app per smartphone con cui gli utenti sono in grado di indossare gli occhiali che desiderano acquistare o i prodotti di make up.

Acquisti a rate

Fino a pochi anni fa, un eCommerce veniva preferito ad un altro perché tra le opzioni di pagamento offriva una scelta più variegata. Oggi questo non rappresenta più un fattore decisivo, dal momento che quasi tutti i siti di eCommerce si sono allineati. La nuova frontiera è rappresentata dagli acquisti online a rate. Le opzioni di pagamento flessibile sono garantite da piattaforme di pagamento come Affirm, Final e Afterpay, che si rivelano molto importanti nell’eventualità dell’acquisto di un prodotto costoso. Un recente studio stima un aumento della conversione fino al 30 per cento rispetto al passato.

Fattore green

Nel 2020 il tema ambientale gioca un ruolo fondamentale anche nell’eCommerce. La maggioranza degli utenti (87 per cento) che sono soliti effettuare acquisti online tiene in grande considerazione il fattore green, dando la priorità alle aziende che rispettano l’ambiente sia nella produzione che distribuzione dell’articolo finale.

Numerosi eCommerce stanno rispondendo presente alla sfida green. Tra questi c’è anche Reformation, che ha deciso di eliminare la plastica per gli imballaggi a favore di confezioni compostabili e vegetali al 100 per cento.

Se volete una consulenza per aumentare la visibilità e le vendite del vostro eCommerce suggeriamo di rivolgervi a Mirko Cuneo, imprenditore esperto in strategie di vendita e marketing.

I commenti sono chiusi