Come possiamo proteggerci dalla luce blu 

La luce blu, emessa dagli schermi a led dei dispositivi elettronici, è molto nociva per la salute dei nostri occhi. Contrariamente ai raggi UV è visibile all’occhio umano. Si tratta di una radiazione elettromagnetica che ha una lunghezza d’onda più bassa, ma una frequenza di energia maggiore che può arrecare danni alla nostra vista. L’esposizione prolungata alla luce blu causa: 

● Arrossamento 

● Eccessiva lacrimazione 

● Irritazione 

● Infiammazione dolorosa della congiuntiva e della cornea 

● Danni al cristallino e alla retina come cataratta e degenerazione maculare. 

Per proteggere i nostri occhi, oltre a vari accorgimenti, possiamo utilizzare gli occhiali Blue Block clicca qui!

Il prodotto di cui stiamo parlando è un particolare tipo di occhiale dotato di lenti ad azione bloccante capaci di schermare ogni radiazione. Oggi il tempo trascorso davanti a uno schermo è sempre più lungo ed è importante salvaguardare la nostra vista. Le persone che non hanno carenze visive possono usare una lente neutra con questo tipo di filtro, mentre chi, invece, ha problemi di vista può optare per soluzioni dedicate che offrono una protezione maggiore. 

Caratteristiche e tipologie 

In commercio esistono moltissimi tipi di occhiali anti luce blu. Per evitare confusione cercheremo di fare un po’ di chiarezza riguardo alla tipologia di occhiali in commercio e alle loro caratteristiche principali.

La luce blu, come sottolineato in precedenza, è una luce visibile e viene da fonti naturali (sole) oppure da fonti artificiali (schermi, illuminazione, LED). Ma che cosa è veramente la luce blu? É una radiazione elettromagnetica dello spettro visibile che è compresa tra i 380 e i 500 nm che è particolarmente dannosa tra i 390 e i 455 nm. Questa luce, infatti penetra il cristallino e raggiunge e danneggia la retina e con il tempo può provocare danni irreversibili agli occhi. É pericolosa in particolar modo per i bambini, i ragazzi in pubertà, per coloro i quali passano più di 6 ore davanti agli schermi e per gli anziani che hanno subito interventi agli occhi. Utilizzando occhiali da vista con le lenti dotate di blue blocker, gli occhi restano freschi e riposati anche a fine giornata dopo ore passate in ufficio davanti lo schermo del PC, al telefono o alla televisione.

È raccomandato, quindi, servirsene per non soffrire di secchezza oculare, mal di testa e stanchezza visiva. Per gli studenti saranno perfetti i blue block con diottria zero. Questi occhiali hanno nelle lenti dei filtri che bloccano o assorbono la luce dei dispositivi, riducendo l’influenza dei raggi. Controllate che siano di qualità certificata da Certottica, l’Istituto Italiano per la Certificazione dei Prodotti Ottici.

La “regola del 20-20-20” è sempre raccomandabile: ogni 20 minuti di utilizzo del PC fare una pausa di 20 secondi fissando un oggetto ad almeno 20 metri di distanza. In questo modo i muscoli oculari riprendono per qualche istante la loro posizione più naturale, diminuendo il rischio di miopia.

È salutare, comunque, e sempre consigliabile, non usare i dispositivi elettronici prima di andare a dormire.

I commenti sono chiusi.