Scegliere il lavandino del bagno: i consigli da seguire

La scelta del lavabo del bagno non sempre è semplice. Tra funzionalità e modelli di design, scegliere il lavandino del bagno deve prendere in considerazione diversi aspetti.

Esistono lavabi per ogni esigenza e per ogni gusto ed è proprio per questo che la scelta dovrebbe essere sempre guidata da alcuni consigli.

Le tipologie di lavabo del bagno

Da qualche anno a questa parte il bagno è diventato una delle stanze più importanti della casa. Ecco perché il design è entrato prepotentemente in questo spazio e la scelta del lavabo, così come del resto dei sanitari e dei mobili, viene spesso effettuata anche in base a quelle che sono le ultime tendenze.

Oggi, quando si parla di bagno moderno si tende a scegliere un lavabo che sia parte del mobile e non più un qualcosa di ben distinto. C’è chi, tuttavia, preferisce anche avere un lavandino staccato ma comunque in perfetta linea con quello che è l’arredamento della stanza, elemento sempre più centrale e che non va ignorato.

I lavandini per bagni moderni possono essere anche molto diversi rispetto a quelli più classici a cui eravamo abituati fino a qualche anno fa. Tra questi ci sono, sicuramente, i lavabi d’appoggio che sono tra i più trendy del momento. Si può scegliere tra modelli più o meno alti, ma quello che conta è che l’effetto finale sia quello di un lavandino appoggiato su un piano, solitamente di legno. Un design minimal che piace e convince tantissime persone.

Si tratta di una scelta che, però, non è solo bella da vedere, ma anche decisamente pratica dato che i lavandini di questo tipo sono semplici da pulire e possono essere utilizzati anche per lavare a mano i propri panni, ad esempio.

Decisamente di design anche i lavabi freestanding, a libera installazione quindi. Sono il perfetto risultato ottenuto dal più classico dei lavandini a colonna che si incontra con il design. Non deve necessariamente essere installato attaccato al muro, ma può anche essere posto perfettamente al centro della stanza. Un elemento decorativo che non può mancare in un bagno di tendenza.

Accanto a questi modelli decisamente innovativi ci sono, poi, i più classici che però ancora resistono bene. Abbiamo, quindi, i lavandini a incasso, i lavabi a semincasso, quelli che si poggiano su struttura o su una semicolonna, i lavabi a colonna più tradizionali e così via.

Come scegliere il lavabo

La scelta va fatta in base a quelle che sono le proprie esigenze e alla propria idea di bagno. Ad esempio, visionando il catalogo di un e-shop che vende lavabi bagno di vario tipo e di tante marche differenti, si può avere il polso della situazione.

Prima della scelta si consiglia di prendere le misure del bagno e di cercare di studiare la disposizione dei mobili e dei sanitari. In questo modo, di sicuro, si andranno a ottimizzare gli spazi e si riuscirà a scegliere un lavandino per il bagno che sia in perfetta linea con lo stile della stanza e con le esigenze in termini di metri e centimetri.

Non sempre si ha a disposizione un grande spazio per fare tutto quello che si desidera e, quindi, talvolta è necessario cercare delle soluzioni che siano un buon compromesso tra praticità e design.

Ma questo non è tutto. Si dovrebbe scegliere il lavandino, ad esempio, chiedendosi se ci sono o meno bambini in casa, se per loro è facile arrivare all’altezza a cui si desidera installarlo e così via. Un bagno, oltre che bello, deve essere prima di tutto comodo e porsi prima queste domande è molto utile.

I commenti sono chiusi