Tra le migliori sul mercato, le scarpe da calcio Nike Premier

Un calciatore sa bene quale ruolo rivestano le scarpe da calcio, perché indossando quelle con le quali egli si sente più comodo e le più adatte al campo dove deve esibirsi, la sua prestazione sarà migliore.
Attualmente esistono davvero tanti modelli di scarpe sportive, molti simili e tuttavia, adatti a determinate circostanze e non ad altre. Sceglierle non è facilissimo a causa della varietà di fattori da considerare; quelli principali sono senza dubbio la suola, la tomaia e il ruolo.
Le scarpe da calcio Nike Premier (acquistabili qui https://www.soccerhouse24.com/58-nike-premier) sono in pelle e adatte a campi in erba sia sintetica e sia naturale; sono adatte per giocatori che vogliono indossare una scarpa comoda.

La suola delle scarpe da calcio Nike premier

La scarpa da calcio varia anche in base al terreno da gioco nel quale il calciatore deve giocare: a seconda del tipo d’erba e delle condizioni del campo. Tra quelle che offrono migliori prestazioni ci sono le scarpe da calcio Nike premier.
Le Scarpe Firm Ground sono realizzate con un numero di tacchetti tra gli 11 e i 15 e sono alte; garantiscono ottime prestazioni in campi naturali non sintetici, né troppo soffici e né troppo duri.
Le Scarpe Soft Ground sono studiate per campi fangosi e morbidi; la presenza di tacchetti alti e molto duri assicura trazione e stabilità in gioco. La versione Professional di questo modello sono scarpe note come “miste” e ai quattro tacchetti in ferro sono aggiunti altri quattro in poliuretano, che garantiscono alla calzatura di non affondare troppo, offrendo un’eccelsa penetrazione nel terreno.
Le Scarpe Indoor sono prive di tacchetti e adatte per essere usate al futsal, ovvero sul cemento sul parquet; la suola è piatta, in gomma ed è molto aderente.

La tomaia

La tomaia della scarpa da calcio è un elemento rilevante durante l’acquisto, perché la consistenza della parte subito superiore della calzatura è quella che viene a contatto con la palla. A questa categoria appartengono le scarpe da calcio Nike premier, le quali offrono un modello con tomaia sensibile e comoda nei colori nero-bianco-nero.
Due tipologie sono di derivazione animale, quella a Pelle di Canguro, di grande qualità e molto costosa; è morbida e flessibile, si modella al piede in maniera superba e assicura che di sentire sensibilmente la palla al momento del contatto. Sono però di breve durata e durante la pioggia, non essendo impermeabili, assorbono molta acqua diventando pesanti. Quelle a Pieno Fiore sono fatte con la pelle di vitello, sono più impermeabili e di maggiore durata rispetto alle precedenti; hanno il difetto di essere meno morbide e per potersi adattare al piede devono essere indossate più a lungo.
Le scarpe con tomaia in pelle sintetica sono meno soffici e pieghevoli delle precedenti, pertanto la sensibilità al tocco è minore. La qualità è garantita da una grande durata di queste scarpe che assorbono pochissima acqua, restando ottime alleate durante il gioco nelle giornate di pioggia.
Oggi è possibile affermare che le pelle di natura sintetica siano flessibili e morbide quasi quanto come quelle animali e talvolta offrono prestazioni persino migliori.

Il ruolo

Non tutte le scarpe sono adatte per ogni prestazione indistintamente, ad esempio, il portiere deve optare per uno scarpino che gli consenta di muoversi in base a due direttrici: se ha un calcio debole nei rinvii deve scegliere i modelli da 220 grammi, dotate di cuscinetti protettivi; se invece sa che scatterà nell’area di rigore e anticipando gli avversari, necessita di scarpe leggere con tacchetti lamellari, triangolari od ovali, tali da assicurare maggiore trazione rispetto a quelli circolari.

Il difensore centrale è molto attivo e se non ha un tiro potente necessita di scarpe dotate di elementi peculiari come le Nike Magistra Opus II. Questi calciatori sono spesso poco agili, pertanto devono aumentare la velocità e la reazione usando scarpe leggere.
Il terzino deve marcare ed essere pronto all’intervento, quindi la scarpa per lui è la Nike Premier. Adatte anche per il centrocampista che esegue passaggi filtranti e lanci lunghi per smarcare gli attaccanti, necessitano di sensibilità al tocco con la palla; le scarpe più adatte sono quelle sintetiche di ultima generazione.
L’esterno ha bisogno di ottimizzare la velocità, aumentandola senza ridurre la prestazione e il cross deve essere valido, quindi anche lui deve godere di un buon grado di sensibilità al tocco.
Per l’attaccante è rilevante il tiro, deve correre per superare i difensori, ha bisogno di scarpe leggere e deve avere grande controllo della palla.

I commenti sono chiusi