Formiche con le ali: cosa fare in caso di morsi e punture?

Formiche con le ali: cosa fare in caso di morsi e punture?

Ti sarà certamente capitato di vedere in estate delle formiche con le ali.

Nulla di strano: si tratta di comuni formiche che, nel periodo della riproduzione, sviluppano le ali, escono fuori dal formicaio e cercano il luogo migliore per riprodursi e formare una nuova colonia.

Questi piccoli insetti non sono pericolosi per l’uomo, ma possono formare formicai nelle case o in giardino, infestando così le abitazioni. Quando esse fondano una nuova colonia nel legno, scavano da dentro distruggendo mobili, infissi, travi ecc.

Dunque, meglio tenerle lontane. Farlo non è difficile e ci si può affidare a rimedi naturali davvero efficaci. Ecco qualche consiglio a riguardo.

Attenzione alle piante

Innanzitutto fai attenzione alle piante che si trovano in casa, sia all’esterno che all’interno. Per far sì che le formiche stiano alla larga dall’ambiente domestico, è indispensabile eliminare subito eventuali afidi che attaccano le piante.

I rimedi naturali migliori per riuscire nello scopo sono il decotto di equiseto (lo puoi acquistare in erboristeria) oppure introdurre colonie di coccinelle.

Olio essenziale di menta

Anche se per noi il suo profumo è buonissimo, l’olio essenziale di menta non piace affatto alle formiche con le ali.

Prepara una soluzione con alcool ed olio essenziale di menta (30/50 gocce in circa 200 ml di alcool etilico), quindi passala sulle parti in legno della casa (mobili, travi, infissi ecc.).

Il metodo è ottimo principalmente a scopo preventivo, ma è anche in grado di allontanare le formiche alate già presenti. I mobili e le parti in legno da trattare sono pregiate e/o delicate?

Per non rischiare di danneggiarle, fai prima una prova passando la soluzione su una piccola parte nascosta. Passa sempre la spugna con estrema delicatezza, non occorre strofinare con forza, l’importante è che l’aroma della menta si diffonda perfettamente.

In alternativa o in combinazione con il metodo suddetto, l’olio essenziale di menta si può diffondere negli ambienti della casa: ne bastano poche gocce. In più, in tal modo, si otterrà una gradevolissima sensazione di freschezza e di benessere.

Cosa fare in caso di morsi e punture?

Ribadiamo che le formiche alate non costituiscono un pericolo per l’uomo, ma raramente vengono riportati morsi e punture. In genere ciò dipende dal fatto che all’interno dello sciame si mescolano altri insetti che realmente pungono e/o mordono.

Ad ogni modo nulla di preoccupante. Anche in questo caso il rimedio naturale migliore è sempre un olio essenziale, però di lavanda.

Per lenire il prurito e il bruciore, massaggiane qualche goccia direttamente sulla zona interessata. La lavanda ha anche il pregio di lasciare la pelle piacevolmente profumata.

Un consiglio

I metodi fin qui descritti sono validi per allontanare le formiche con le ali e non c’è pertanto alcun motivo per utilizzare prodotti chimici.

Perché inquinare ed usare sostanze tossiche che rilasciano inevitabilmente vapori all’interno dell’ambiente?

Tanto più che le formiche alate sono del tutto innocue. Molto meglio, ogni volta che è possibile, affidarsi alla natura. Puoi trovare gli oli essenziali di menta e di lavanda in una qualsiasi erboristeria.